Spettacolo musicale

A conclusione del progetto di lettura e scrittura creativa, inerente al Grande Tito Schipa , ho deciso di scrivere la sceneggiatura dello spettacolo finale inserendo come protagonista il nostro illustre salentino, ma immaginandolo bambino. Lui tra i miei cuccioli che stanno per spiccare il volo.

 

locandina

Lo scrigno di nonna Rachele

nonna-rachele

“Lo scrigno di nonna Rachele”

Com’è lontano il tempo di Splinder , un luogo magico che mi ha fatto aprire le ali e volare libera nel mondo della fantasia . Quante persone magnifiche ho incontrato, alcune le ho pure abbracciate, altre restano nomi e fiumi di parole che mi hanno fatto compagnia e mi hanno fatto crescere.

Eppure quegli anni hanno lasciato il loro segno e sono racchiusi in un libro “Lo scrigno di nonna Rachele”.

È veramente uno scrigno con tante storie generate: da piccoli concorsi, dall’ascolto di musiche magiche, da notizie ascoltate di sfuggita e altre dettate forse da altre dimensioni. Sì, come risultanti d’intersezioni temporali e spaziali che ho captato e trasferito nei file del mio computer. Chissà quale forza mi ha fatto scrivere, perché scrivo lasciandomi cullare dalla musica e alla fine rileggo, quasi, ignorando le parole impresse sullo schermo.

Il libro l’ho dedicato a mio marito, ma avrei dovuto aggiungere anche mio figlio. Perché?

Entrambi mi sfidarono, nel lontano 2002, a superare la mia riluttanza verso il computer, non finirò mai di ringraziarli i miei due uomini di casa, ma … Sì c’è un “ma” se non avessi incontrato su Splinder la mia mentore, colei che mi ha insegnato a usare le ali questo libro non esisterebbe.

Fino al 2007 scrivevo parole confezionate in versi, alcune sono finite in un libro “Sulla scia del vento dell’infinito”, altre in diverse antologie e molte ancora sono nel mio sito “ Gli occhi sono lo specchio dell’anima”, poi  Pina Varriale mi ha spinto a scrivere racconti e tutto è cambiato.

A lei ho lasciato il compito ingrato di scrivere la Prefazione .

Oggi si conclude il tempo di Ambradorata ( mio nick su Splinder ) e inizia il tempo di Tonina Perrone.

Saper…

La mia anima errante

La mia anima errante

Saper scorgere un raggio di luce ,

nel buio del grigio totale.

Saper apprezzare un sorriso,

specchiandosi in giovani occhi incantati per il domani.

Saper recidere rami secchi

per lasciar spazio vitale a nuova vita.

Saper cercare nel pozzo della propria anima carezze che erroneamente,

in un passato non lontano,

le si è cercate altrove.

Saper … Saper di non sapere 

e sorridere ascoltando la musica del cuore 

Liberi voli in voli liberi …

Una foto , un tramonto, una musica e tutto è indefinito nel finito di questa vita .

Liberi voli in voli liberi …

gabbiano

Sfocate linee

indefiniti colori

per sogni d’altre dimensioni.

Ricerca di  filo

senza capo ne coda

eppur vi è trama

in mani stanche.

Orizzonti dipinti

in iridi

che vedono oltre

l’umano limite.

Liberi voli

senza scopo alcuno

se non vivere

dentro la propria sfera

voli liberi…

Ascoltando “Vorrei Incontrarti fra cent’anni ” – Ron ( torno alla mia vecchia passione scrivere quello che mi viene in mente ascoltando delle canzoni)

Fra cento, mille anni

In un’altra vita

in un altro mondo

fra cento ,mille anni

guardarsi negli occhi

riconoscere la luce

dell’irrazionalità.

Preferire essere

un lampo senza perché

un raggio di luna sulla pelle

un ricordo perso nel vento

di un tempo senza tempo,

ma non ombra nell’anima.

Fra cento, mille anni

stringer mani amate

da sempre e per sempre

e ascoltare la musica del cuore

che sussurra :- Amore.

Tempo scaduto!

clessidra

Abbarbicati sui dirupi dell’esistenza

dubbi antichi lacerano il tempo nemico

dei sogni che volano verso il cielo.

Nulla resta, vuoto rimbomba

con i suoi rintocchi estenuanti.

Echi riportano al cuore

antiche nenie per addolcire

l’agre sapore della fine.

Tutto ha un tempo

questo è scaduto

il cambiamento

incombe

ora!

Verso la fine

du-feu-est-coeur-rouge,1280x800,61914

La caccia agli aquiloni

è terminata da tempo

nel cielo un tempo azzurro

ora  vestito

di tinte annunciatrici

dell’oscurità.

Mentre il silenzio assordante

è compagno

nei tetri vicoli dell’anima.

Anima sola, vile nel suo apatico

e tranquillo sopravvivere

cerca nel cuore risposta

scritta senza punto interrogativo.

Attende mosse da un fato

malvagio dagli occhi d’angelo,

Anima senza pace,

non c’è un dopo

al fuoco che vive l’attimo infinito

nella fiammata finale.

 

L’amicizia quella vera che non invecchia e risplende negli occhi

Un’amicizia sincera , nata da un progetto sulla legalità per 73 alunni  .

Due leonesse pronte a tutto e sempre con un sorriso.

Alessandra è un vulcano in piena attività

lavorare con lei è sentire l’adrenalina in tutto il corpo,

riesce a trasmettere una carica positiva

che è impossibile fermarsi .

Ti auguro un anno di nuovi successi a te e alle tue collaboratrici

di 484281_162977497191517_479421394_n

1170884_10201634430653305_1048926925_n

Un giorno dietro l’angolo

si affacciò un sorriso.

Il nero esaltava il candore

di una solarità che non conosce

la parola arrendersi.

Note e voci

imbrattate di mille colori

sono state cornice

in un’alleanza tra leoni,

nel nome della Legalità.

I giorni fanno presto a passare

e con loro gli anni, ma

l’alleanza tra i due leoni

vive nei sorrisi

che la loro amicizia

per sempre accenderà.

aless

volano ideali

liberi e fieri d’esser

essenza vita

Gioco di parole

Mi sono divertita a scrivere con fare da menestrello, è solo un gioco perdonatemi.

sole

Gocce de memoria

dissetan la anima.

Aloni dello tempo lontano

stringon lo core.

Li sorrisi incisi nello essere

cullan lo scorrere delli giorni sempre uguali.

Balzi nello tempo andato

frenan lo cammino,

lo arrestano sulla via del non ritorno.

Preferibil  giacer sotto la ombra

dello vecchio albero a rimebrar lo passato,

 mentre li colori dello tramonto

addobban lo cielo dello domani senza certezza alcuna.

Non lacrime scendono,

ma rivoli di sangue

pronti a ingrassar la terra avara

che attende nutrimento

per le zolle sue.

Eppur dallo cielo vien uno spiraglio

lo sole illumina con uno suo raggio,

è la speranza, ancor libera di donare

illusioni a poco prezzo.

Homo non abbassar lo sguardo

invaghisciti della sua bellezza,

guarda nelli occhi suoi li sogni tuoi.

Lascia lo passo alla Speranza

e che in codesto mondo

rinasca amore e creanza.