SPECCHI… di false realtà

SPECCHI… di false realtà

Specchi appannati,

deformi,

crepati,

in cui i riflessi tutto sono

tranne che reali.

Annaspare nella falsa realtà

illudendosi di trovare

l’inizio di una matassa

senza colori

che grava sull’oggi e sul domani.

Note stonate

in melodie senza replica

stringono in una morsa

la gioia del fare , del creare

sull’alito di vento

della libertà.

Plumbee incertezze

ai dì a divenire

impongono all’essere riparo

nell’innocente incanto

di chi il domani è

ancora un lontano orizzonte.

Annunci

Eppure ci deve essere il poi…

1908247_10152031668949748_1940412360_n

Boati afoni infestano

togliendo il respiro

chi vivendo d’illusione

vede, oltre,

per un attimo beceri fogli.

Rabbiose pennellate

scavano invisibile roccia

di quid senza tempo

lasciando ignudo l’essere

con ambletico dilemma.

Rabbia, orgoglio, amara delusione

appiattiti da ragion ragionante

che dona calice all’anima

con fiele addolcito

da falsi colori.

Eppure ci deve essere il poi…

ANCORA 100 PAROLE PER UN’EMOZIONE

TUTTO TRANNE AMORE

033344567-f7e0a6f2-1794-47c1-95de-2aa995e631f3

Lo  aveva ammirato come un dio ed è solo un uomo lagnoso, depresso, che non perde occasione di piangersi sopra. Le parole che avevano unito il loro cammino odoravano d’infinito, dopo pochi mesi quei semi di saggezza si erano putrefatti o dissolti nel bianco e nel nero della quotidianità, che tutto illumina appassendo con il suo grigiore. Adele ha deciso, lascerà alle sue spalle lui, la sua depressione e quel amore stantio destinato a essere ricoperto da muffe. Pensa:- Come ho potuto innamorarmi di Paolo? Per lui posso essere infermiera, padre confessore, surrogato materno, ma non sono il suo AMORE!