100 parole per un’emozione, racconto bonsai.

 

Libertà

pioggiaer8

Quella parola l’aveva imparata sui libri, scritta con il sangue da mille mani, Libertà.

Un giorno si fermò a pensare e dal mondo dell’oblio uscì lei con passo leggero.

– Chi sei ? – chiese titubante alla bellissima donna in candida tunica.

Un sorriso le illuminò il viso:- Sono Libertà! – rispose.

Quanto avrebbe voluto essere come lei: leggera , bella, libera. Libera da paure che opprimono.

Di colpo si sentì goffa al cospetto di tale bellezza, abbassò lo sguardo.

Due pesanti gocce salate si schiantarono al suolo senza rumore, perché chi è prigioniero non fa rumore è silente nel suo male.

Annunci

Gioco di parole

Mi sono divertita a scrivere con fare da menestrello, è solo un gioco perdonatemi.

sole

Gocce de memoria

dissetan la anima.

Aloni dello tempo lontano

stringon lo core.

Li sorrisi incisi nello essere

cullan lo scorrere delli giorni sempre uguali.

Balzi nello tempo andato

frenan lo cammino,

lo arrestano sulla via del non ritorno.

Preferibil  giacer sotto la ombra

dello vecchio albero a rimebrar lo passato,

 mentre li colori dello tramonto

addobban lo cielo dello domani senza certezza alcuna.

Non lacrime scendono,

ma rivoli di sangue

pronti a ingrassar la terra avara

che attende nutrimento

per le zolle sue.

Eppur dallo cielo vien uno spiraglio

lo sole illumina con uno suo raggio,

è la speranza, ancor libera di donare

illusioni a poco prezzo.

Homo non abbassar lo sguardo

invaghisciti della sua bellezza,

guarda nelli occhi suoi li sogni tuoi.

Lascia lo passo alla Speranza

e che in codesto mondo

rinasca amore e creanza.

Apri le ali…

Apri le ali…

Voli silenziosi

nella beata solitudine dell’essere.

Volteggi nelle pieghe

dimensionali senza echi,

solo il proprio specchio

carnefice di una realtà

non condivisibile.

Aria fresca avvolge

l’essenza eterea ed eterna,

mentre lontani boati

calamite d’eventi contorti e illusori

distorcono il fine sublime

di un cammino in un calvario

grondante di sangue colato da aculei velenosi.

L’arrendevolezza non deve essere amica,

lotta senza confini apre le ali

per voli alti in cieli liberi

al di sopra dell’acquitrino putrido.

Ora, apri le ali e vola

verso la libertà …