100 parole per un’emozione, racconto bonsai.

 

Libertà

pioggiaer8

Quella parola l’aveva imparata sui libri, scritta con il sangue da mille mani, Libertà.

Un giorno si fermò a pensare e dal mondo dell’oblio uscì lei con passo leggero.

– Chi sei ? – chiese titubante alla bellissima donna in candida tunica.

Un sorriso le illuminò il viso:- Sono Libertà! – rispose.

Quanto avrebbe voluto essere come lei: leggera , bella, libera. Libera da paure che opprimono.

Di colpo si sentì goffa al cospetto di tale bellezza, abbassò lo sguardo.

Due pesanti gocce salate si schiantarono al suolo senza rumore, perché chi è prigioniero non fa rumore è silente nel suo male.

Scarabocchi d’inchiostro indelebile

Il governo ha approvato il disegno di Legge per la parità dei diritti dei figli. 

sorriso dell'innocenza

Scarabocchi d’inchiostro indelebile

 

Graffi d’ipocrita convenzione

lacera esseri messi al palo.

Una parola su fogli

genera spettri e beffe

a chi nulla ha chiesto,

neppur la vita.

Colpe d’attimi d’amore

restano come scarabocchi d’inchiostro indelebile

sulle pagine di vita.

Ipocrite convenzioni

non devono marchiare a fuoco

l’anima di chi si affaccia alla vita

con l’innocenza dal sorriso rosa.

ALLA RICERCA DEL TASSELLO MANCANTE- L’Angelo

L’angelo

 

L’ombra avanza .

I  lineamenti sono quasi trasparenti,eterei, ma bellissimi.

Non ha mai ammirato tale bellezza in nessun essere umano.

Sente entrare in lei un flusso che scorre senza ostacoli , come un torrente in piena.

Avverte un lieve formicolio sulla sommità della testa ; porta la  mano, pensando  ad un piccolo  abitante del bosco caduto tra i suoi capelli , nulla.

Il flusso aumenta la  potenza e si insinua in ogni sua cellula.

Un’onda di vitalità dolcissima e unica è in lei.

Guarda le sue mani, emano un  lieve calore .

Un lupo solitario le si avvicina senza timore con testa china e la coda scodinzolate.

Resta allibita  da tali eventi fuori dal comune .

Nessuno le avrebbe creduto, neppure sua madre.

Davanti ai suoi occhi c’è una figura celeste , anche se non ha le ali, e un lupo mansueto come un cane.

Guarda il lupo.

La Paura esce allo scoperto :

– Ti tremano le gambe ?!

Sbraita mentre le altre ridono .

Davanti a lei ancora quelle streghe  .

Forse è vero sono presenti nella sua anima.

L’Angoscia rincara la dose :

– Sarà affamato .

Mentre la Disperazione le stringe le meningi , l’Amarezza prende in mano il suo cuore stringendolo in una morsa .

Sente le forze che stanno per lasciarla :

– Sei sola e nessuno ti potrà salvare.

La Solitudine ultima delle megere non resiste a stare zitta.

Invece sente l’energia presente in lei  fluire senza ostacoli e questo le evita di collassare.

Ora come per magia dalla sua scatola delle musiche solo voci angeliche, voci di bimbi , ma pur avendo le cuffie sente una voce melodiosa , ferma ,espandersi nel bosco .

– Lasciate colei che non vi appartiene e tornate nel buio delle tenebre.

Le sue mani emanano luce , luce azzurra che l’avvolge come un mantello proteggendola .

La Luce diventa bianca ,candida , provoca il dissolvimento improvviso delle  megere , le quali imprecano agitandosi tra i raggi luminosi.

Silenzio totale . Solo lei e l’ombra .

I suoi occhi l’accarezzano, non cammina sfiora la terra ,

non riesce a distinguere pienamente il corpo sembra offuscato da un velo .

-Non ti daranno più fastidio sono tornate nelle tenebre, bene ora dobbiamo parlare .

Siediti .

Si rende conto che quel essere non sta aprendo la bocca, le sue labbra abbozzano un dolce sorriso, ma lei sente la sua voce.

– Sei una brava osservatrice ti sto comunicando solo con l’energia del pensiero, noi siamo energia e tu lo sai .

Mara  il cammino è lungo e nulla ti sarà regalato .

Lui ti proteggerà .-  il suo sguardo si posa sul lupo disteso ai suoi piedi.

Lei non resiste più, ha mille domande che stanno invadendo il suo povero cervello .

La testa le sta scoppiando .

– Calma con i tuoi mille perché . Tutto ha un suo tempo .

Domani riprenderai il cammino , ma non sarai sola ora c’è lui accanto a te. Sarà la tua ombra , veglierà sui tuoi passi , sarà la tua forza .

Non  mi è concesso di stare molto , loro non vogliono devo andare.

Tutto avverrà è inevitabile , ma ricordati sei tu la vera artefice di questo viaggio .

Non perdere l’entusiasmo devi lottare per te stessa.

– Grazie chiunque tu sia. Laggiù su un libro ho letto “ Chi non lotta ha già perso “, non voglio perdere in partenza .

Mara mentre parla accarezza la testa di quel lupo fuori da comune.

E quel flusso d’energia passa senza problemi dal suo corpo a  quello dell’animale e viceversa  donandole una forza primordiale.

– Chi sei ? Come ti devo chiamare?

– Piccola non mi dovrai chiamare io sono sempre con te , anche se i tuoi occhi non mi vedono , parla  al tuo cuore e io ti risponderò . Mente Divina mi ha destinato sul tuo cammino .

Lo guarda con tutto l’amore che ha dentro e cerca d’imprimere quell’ombra nei suoi occhi, nel suo cuore.

Intuisce che questo incontro non sarà l’ultimo , ma dovrà passare molto  tempo prima di rivedere il suo Angelo .

La Luce implode in un minuscolo punto luminoso per poi svanire nel buio.

Non si è accorta del calare della notte.

E’ serena, si accovaccia tra un incavo della roccia e il tronco di un albero .

Abbraccia il lupo il suo calore non le farà sentire il gelo.

Alza lo sguardo verso la luna e si abbandona al mondo dei sogni .

Il domani è oggi una preoccupazione inutile per lei .

 

Cambio di rotta

 

Perchè ci sono gruppi pieni di sapientoni , tutto sanno , tutti scrittori o critici . Siamo buoni solo a giudicare.

Gli esordienti devono fare questo , gli esordienti devono fare quest’altro, troppi puntini di sospensione , troppo di quello meno di questo .

Felice di non essere scrittrice!!! e ne metto anche un altro !

Qui mi sento libera di farlo , qui posso essere me stessa ♥

La poesia  deve seguire una metrica non la deve seguire .

Sono felice di aver deciso di cambiare rotta alla mia vena artistica , si perchè quella so di averla, torno ai colori e alle parole lasciate in una parte del web che forse nessuno vedrà , ma sarò liberaaaaaaaaaa.

Aveva ragione un caro amico che non c’è più , allontanandoci dai nostri blog ci omologhiamo .

Torno a volare da sola , senza voler pretendere di pubblicare , io scrivo per me , sarà sbagliato ?

Non m’importa. Come dicevi tu , devo fare un po’ di pulizia sulla mia bacheca , tanto gli amici veri ti raggiungono anche per altre vie se hanno bisogno o se ti vogliono sentire .

Cambio di rotta

Tra pennelli e colori,

escrescenze dell’anima

per custodire messaggi

di questa realtà irreale.

Le parole tornano al vento

non appartengono più

a questo cuore sognatore.

Dai silenzi nuovi cieli

nuovi orizzonti

per chi cerca l’altrove.

Non fogli saranno

gabbiani, ma

le tele pronte a diventar vele

dell’anima .

Sentenziato il verdetto

riposti inutili sogni nel cassetto

questo cuore inizia

la nuova scalata.

Ora la rotta è cambiata …

Attendendo il domani…

Scorgere nei loro occhi

la luce del futuro dei miei giorni.

Ascoltare il tuo battito

nella melodia dei loro cuori.

Assaporare l’attesa

della tua venuta

nell’armonia dei tratti di colei

che ti protegge con il suo corpo.

Attendere con ansia

di specchiarmi nei tuoi occhi

per rivivere l’emozione

di un tempo che è ieri,

ma nel mio cuore

resterà sempre oggi.

Il domani è un nuovo nome: Nonna.

Un sorriso

Dedicata a chi per motivi diversi è preda del pessimismo della vita

 

Nuvole e tuoni
fan da padroni.
Aggiunger a trasparenti lacrime del cielo
inutili gocce di mare,
non lava l’orizzonte nero.
Curve posture sotto devastanti pesi
portan a inevitabil abbandono.
Reagir alla malasorte si deve.
I colori dell’anima
posson offuscar il grigio.
Inizia , ora, con un bel sorriso.